martedì 20 gennaio 2015

Gravidanza: I tre trimestri


 
 
 
 
 
 
Primo Trimestre

 

Il primo trimestre di gravidanza và dall’ultimo giorno del ciclo mestruale fino alla 13 settimana.

Sintomi: in questo periodo il seno e l’utero iniziano ad ingrossarsi. L’ingrossarsi dell’utero può portare dei piccoli crampi che spesso vengono confusi  con i soliti sintomi premestruali, per questo  solo l’assenza delle mestruazioni  è considerato un vero e proprio sintomo dell’avvenuto concepimento.

Nel primo trimestre possono verificarsi sbalzi d’umore, un forte senso di stanchezza e una maggiore sensibilità ad odori e sapori che possono portare alle cosiddette nausee mattutine.

Non tutte le donne avvertono gli stessi sintomi!

Io fortunatamente nel primo trimestre non ho avvertito né stanchezza né nausee….sò che voi future mamme mi “odierete” per questo…ma da questo punto di vista sono stata molto fortunata!!!

I primi esami da fare dopo aver accertato lo stato di gravidanza sono per la mamma:

·   Gruppo sanguigno, fattore RH, test di Coombs indiretto: il test di Coombs indica l'eventuale presenza di "anticorpi anti emazie" che potrebbero essere responsabili di emolisi (rottura dei globuli rossi) nel feto; nelle donne RH negative va ripetuto a cadenza mensile durante tutta la gravidanza.

·   Esame emocromocitometrico: rivela presenza di anemia, carenza di piastrine ecc.

·   AST, ALT, creatininemia, glicemia: sono indici funzionali del fegato, del rene e del metabolismo degli zuccheri.

·   VDRL, TPHA, Toxotest, Rubeotest, HBsAg, Anti-HCV, Anti-HIV1-2: sono i marcatori delle seguenti patologie: Sifilide, Toxoplasmosi, Rosolia, Epatite B, Epatite C, AIDS. Il Toxotest e il Rubeotest se negativi vanno ripetuti mensilmente per tutta la durata della gravidanza.

·   Esame urine: rivela la presenza di eventuali alterazioni renali. Può suggerire la presenza di infezione delle vie urinarie. Può suggerire la presenza di diabete.

·    Pap-test: può essere omesso se effettuato negli ultimi due anni

 

 

Esami per il feto:

·    Ecografia Ostetrica

·    10  - 13 Settimane: Traslucenza Nucale

·   10 – 13 settimane: Villocentesi solo in caso di traslucenza anomale o malattie genetiche dei genitori

·   11-12 settimane BI TEST

 

 

Voglio ricordare che in gravidanza alcuni esami sono totalmente gratuiti , potete trovare qui il dettaglio:

 

http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=1016&area=esenzioni&menu=vuoto


 

 

Secondo Trimestre

 

Il secondo trimestre và dalla 14 alla 27 settimana di gravidanza.

In questo trimestre le nausee iniziano ad essere più lievi, mentre sia il seno che l’utero continuano a crescere.

A causa del suo aumento l’utero comincia a “spingere” sul pube , per questo dal 4 mese si avverte un frequente stimolo ad urinare.

Superate le nausee dal 5 mese si inizierà ad avvertire improvvisi “attacchi di fame”.

Ricordate però  non è assolutamente vero che in gravidanza “bisogna mangiare per due”, il bimbo ha bisogno di sole 300 calorie in più!!!

La pancia inizia a crescere e potrebbe portare un lieve mal di schiena che accompagnerà la donna fino alla fine della gravidanza (aumentando!!!).

Il sintomo più bello che potrete avvertire sono i primi movimenti del vostro bimbo!

In questo periodo gli esami materni sono:

·         Esame dell’urina

·         Urinocoltura

·         Toxoplasmosi

·         Rosolia

·         Emocromo

·         Glicemia

 

Esami per il feto :

·         Amniocentesi

L’amniocentesi non è obbligatoria ma di norma è consigliata a tutte le donne che hanno superato i 35 anni o a genitori che hanno anomalia genetiche.

L’amniocentesi và di norma eseguita tra la 16 e la 18 settimana di gestazione e consiste in un prelievo di liquido amniotico per poter analizzare il cariotipo, ovvero il corredo genetico del feto.

Con questa analisi è possibile anche determinare il sesso del feto.

·         Ecografia morfologica

L’ecografia morfologia è un’importante indagine prenatale solitamente  eseguita tra la 19 e la 21 settimana.

Fondamentalmente si tratta di un’ecografia molto più lunga del solito, durante la quale si studia la morfologia fetale : strutture nervose, cuore,gli arti, conta delle dita di mani e piedi.

Questa permette di escludere la presenza di molte patologie (es. labbro leporino) o difetti cardiaci.

 

Terzo Trimestre

 

Il terzo trimestre và dalla 28 settimana fino alla fine della gravidanza 38-40 settimane.

Durante il terzo ed ultimo trimestre, il feto inizia  a prendere peso, raggiungendo l’altezza dello stomaco e possono verificarsi fenomeni di bruciore o reflusso esofageo, prurito e gonfiore degli arti inferiori soprattutto se la mamma è aumentata troppo di peso!!!

Dal settimo mese in poi è frequente un aumento della sudorazione e possono aumentare  i dolori alla schiena e al pube. In particolare verso il nono mese il frequente stimolo ad urinare può sfociare in fenomeni di lieve incontinenza, poiché il feto è ormai in posizionale “fisiologica” ovvero a testa in giù , premendo maggiormente sulla vescica.

In questo periodo gli esami materni sono:

·         Esame delle urine

·         Emocromo

·         Toxoplasmosi

·         Rosolia

·         Tampone vaginale

·         Elettrocardiogramma

Gli esami per il feto sono:

·     Ecografia ostetrica biometrica per valutare la crescita del feto

·     Flussimetria

·     Cardiotocografia (CTG): rilevazione della frequenza del battito cardiaco fetale (mediante ultrasuoni) e delle eventuali contrazioni uterine. L'esame avviene appoggiando due sonde sull'addome e mantenendole in sede per circa 30 minuti. L'esame è chiaramente indolore e di nessun disagio per la paziente. La paziente può ascoltare il battito cardiaco del feto che viene amplificato dallo strumento. La frequenza della CTG nelle ultime settimane di gravidanza (così come quella di altri eventuali accertamenti) viene stabilita dalla struttura dove avverrà il parto e/o dal ginecologo curante.

 

Pensando solo agli esami e ai sintomi…sembra che la gravidanza sia una vera e propria tortura per la futura mamma…ma non è così!

Tutti gli esami da eseguire servono a dare una maggiore serenità alla madre.

I sintomi….verranno subito dimenticati appena avrete tra le braccia il vostro piccolo!!!